Emozioni

Sapete chi sono.. le golose?

Di recente mi sono imbattuta in alcune opere di Guido Gozzano e mi è rimasta impressa questa poesia. É stata pubblicata il 28 Luglio 1907 ispirandosi ai clienti del Caffè Baratti & Milano che è uno dei locali storici più antichi e prestigiosi di Torino, situato nella centralissima piazza Castello e adiacente alla Galleria Subalpina fin dal 1875.

Con Guido Gozzano entriamo nel mondo delle donne in pasticceria e scrutiamo grazie alla sua scrittura i vizi, i desideri, i gesti nascosti, le paure, i desideri di una media borghesia contesa tra buone maniere e vizi irresistibili.

Il poeta osserva e svela, con simpatica ironia, i falsi perbenismi delle dame di inizio ‘900 che tentano maldestramente di nascondere al mondo gli innocenti peccati di gola.

Le golose Guido Gozzano

LE GOLOSE

 

Io sono innamorato di tutte le signore

che mangiano le paste nelle confetterie.

Signore e signorine –

le dita senza guanto –

scelgon la pasta. Quanto

ritornano bambine!

Perché nïun le veda,

volgon le spalle, in fretta,

sollevan la veletta,

divorano la preda.

C’è quella che s’informa

pensosa della scelta;

quella che toglie svelta,

né cura tinta e forma.

L’una, pur mentre inghiotte,

già pensa al dopo, al poi;

e domina i vassoi

con le pupille ghiotte.

Un’altra – il dolce crebbe –

muove le disperate


bianchissime al giulebbe

dita confetturate!

Un’altra, con bell’arte,

sugge la punta estrema:

invano! ché la crema

esce dall’altra parte!

L’una, senz’abbadare

a giovine che adocchi,

divora in pace. Gli occhi

altra solleva, e pare

sugga, in supremo annunzio,

non crema e cioccolatte,

ma superliquefatte

parole del D’Annunzio.

Fra questi aromi acuti,

strani, commisti troppo

di cedro, di sciroppo,

di creme, di velluti,

di essenze parigine,

di mammole, di chiome:

oh! le signore come

ritornano bambine!

Perché non m’è concesso –

o legge inopportuna! –

il farmivi da presso,

baciarvi ad una ad una,

o belle bocche intatte

di giovani signore,

baciarvi nel sapore

di crema e cioccolatte?

Io sono innamorato di tutte le signore

che mangiano le paste nelle confetterie.

Guido Gozzano, poeta italiano, nato a Torino nel 1883 e morto all’età di soli 32 anni a causa della Tubercolosi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...